Serotonina: l'ingrediente segreto contro l'eiaculazione precoce


Serotonina bassa: una causa dell’eiaculazione precoce

La serotonina, chiamata anche ormone della felicità, è una sostanza che il nostro organismo produce per inviare segnali al cervello e controllare diverse funzioni corporee importanti:

  • controllo dell’umore
  • controllo dell’appetito e del senso di sazietà
  • controllo del sonno
  • controllo del piacere e del dolore
  • controllo delle emozioni: ansia, aggressività e ira
  • controllo dell’eiaculazione

La serotonina è stata scoperta nel 1935, e da subito è stato chiaro che bassi livelli di serotonina rendono più difficile il controllo dell’eiaculazione. Infatti se la concentrazione di serotonina è bassa, il cervello non riceve i giusti segnali legati al controllo dell’eccitazione e del riflesso eiaculatorio.

Bibliografia dello studio scientifico di riferimento:
Serotonin impairs copulation and attenuates ejaculation-induced glutamate activity in the medial preoptic area.
Dominguez JM, Hull EM., Behav Neurosci. 2010 Aug;124(4):554-7.

Alzare la serotonina è utile per riuscire a controllare meglio l’eiaculazione.

Si, ma ATTENZIONE! Non basta incrementare la serotonina per risolvere un problema di eiaculazione precoce. Certamente è un aiuto in più al controllo, ma se non si eliminano tutte le cause, quelle più mentali come l’ansia e l’insicurezza, le errate abitudini sulla masturbazione, l’incapacità di controllarti, ecc... anche con la serotonina alta di risulterà lo stesso difficile controllarti.

Aumentare la serotonina è il principio con cui funzionano i farmaci attualmente prescritti per l’eiaculazione precoce basati sulla Dapoxetina, come il Priligy. Nonostante gli enormi effetti collaterali, questi farmaci però non danno risultati così sorprendenti, infatti gli studi hanno dimostrato che la durata aumenta in media di pochi minuti.

Perché, come ti dicevo prima, la serotonina non è tutto. Ok, quei farmaci aumentano la serotonina, ma non eliminano l’ansia da prestazione e l’insicurezza. Non eliminano l’inesperienza. Non ti desensibilizzano. Quindi i risultati sono minimi.

Il farmaco non cura le cause della serotonina bassa. Il farmaco la alza solo nel momento in cui lo assumi, ma se la serotonina è bassa a causa di abitudini errate e non elimini quelle abitudini, non appena smetti di prendere il farmaco la serotonina torna ad essere bassa come prima, quindi alla fine non hai risolto niente!

Quello che invece produce risultati (e che spiego nel corso Durare di Più) è come togliere le abitudini errate che abbassano la serotonina e come stimolare la naturale produzione della serotonina. In questo modo tu potrai avere la serotonina alta anche senza prendere nessun farmaco.

Quali sono le cause della serotonina bassa?

Fondamentalmente la carenza di serotonina dipende da abitudini errate.
Ci sono alcuni rari casi in cui c’è una grave malattia alla base, ma stiamo parlando di tumori, anomalie genetiche o gravi problemi metabolici: sono malattie che danno sintomi gravi ed evidenti e in quei casi la serotonina è l’ultimo dei pensieri.
Nella quasi totalità delle persone, una bassa concentrazione di serotonina può dipendere da:

  • carenze nutrizionali, cioè nella propria alimentazione mancano quei cibi che permettono all’organismo di creare la serotonina, oppure abitudini alimentari errate, cioè mangiare troppo di quei cibi che riducono la serotonina
  • abitudini di pensiero negative, come le continue preoccupazioni o fissarsi su pensieri ricorrenti. Ad esempio stare troppo tempo a pensare al proprio problema di eiaculazione precoce crea una situazione di stress che riduce la serotonina e aggrava ancora di più il problema.
  • esposizione insufficiente alla luce solare
  • mancanza di esercizio fisico
  • stress prolungato
  • squilibri di zucchero nel sangue, come ad esempio a chi soffre di diabete, ma anche chi assume troppi zuccheri
  • fumo, uso di alcol, uso di droghe

Quali sono i sintomi della serotonina bassa?

Ci sono diversi disturbi che accomunano chi ha bassi livelli di serotonina:

  • sensazione di tristezza e tendenza a pensieri negativi
  • pessimismo
  • insonnia o difficoltà ad addormentarsi
  • facilità a mettersi in ansia
  • disturbi dell’appetito e obesità
  • tendenza a soffrire di emicrania

Come posso sapere se ho la serotonina bassa?

Esiste un particolare esame del sangue per misurare la concentrazione di serotonina: il problema però è che i valori normali della serotonina sono estremamente variabili: nei più giovani la serotonina può arrivare anche a 400 microgrammi/dl, mentre in un adulto è normale averla a 20 microgrammi/dl.
In un intervallo così ampio di valori normali è davvero difficile capire se un certo valore è adeguato alle necessità del proprio organismo. Infatti l’esame del sangue viene usato solo per diagnosticare forti carenze o eccessi di serotonina che sono segnali di gravi malattie quali tumori o grossi disturbi metabolici o disturbi psichiatrici importanti.

Nelle altre situazioni, ad esempio nell’eiaculazione precoce, in genere non si esegue l’esame del sangue ma si preferisce guardare i sintomi. Premesso che solo un accorata visita specialistica può determinare se c’è o meno una carenza di serotonina, a livello indicativo se sono presenti almeno metà dei sintomi descritti sopra, c’è la possibilità che la serotonina sia bassa.

Non sono sicuro di avere la serotonina bassa: è comunque utile aumentarla per migliorare il controllo dell’eiaculazione?

Si. Sia che la serotonina sia carente, sia che abbia un valore normale, alzarne il livello è comunque di aiuto per ridurre lo stimolo eiaculatorio perché c’è una relazione diretta tra le due cose.

Si può risolvere un problema di eiaculazione precoce solo aumentando la serotonina?

No. L’eiaculazione precoce dipende anche da altri fattori: incapacità di controllarsi, ansia errate abitudini nella masturbazione. Aumentare la serotonina è di aiuto, ma non è sufficiente se non si eliminano anche le altre cause.
La prova è data dalle persone che assumono certi farmaci (antidepressivi) che aumentano la serotonina: c’è un miglioramento dei tempi dell’eiaculazione ma non una risoluzione totale del problema.

Bibliografia dello studio scientifico di riferimento:
Serotonin and premature ejaculation: from physiology to patient management.
Giuliano F, Clément P., Eur Urol. 2006 Sep;50(3):454-66

Come si può incrementare la serotonina in modo sicuro?

Ci sono due strade per aumentare il livello di serotonina.
La prima è coi farmaci antidepressivi. Sicuramente avrai sentito parlare di Xanax, Prozac o ancora del Priligy, il cui principio attivo è la dapoxetina. Sono tutti farmaci che aumentano il livello di serotonina. Alcuni lo fanno stimolando il corpo a produrne una maggiore quantità, altri lo fanno inibendo i meccanismi con cui il corpo elimina la serotonina dall’organismo.
In ogni caso, tutti questi sono psicofarmaci e come tali hanno una enorme quantità di effetti collaterali, alcuni anche molto gravi. Possono causare problemi di erezione ed inoltre danno dipendenza e assuefazione, di conseguenza non è possibile assumerli per lungo tempo, ma occorre periodicamente smetterli per un po’. Nel momento in cui si smette il farmaco i sintomi tendono ad aggravarsi ulteriormente e si possono avere ulteriori effetti collaterali da sospensione.
Quella degli psicofarmaci è una possibile strada, ma la mia opinione è che non è possibile assumere psicofarmaci a vita per trattare l’eiaculazione precoce. Può andare bene per un breve periodo di tempo come supporto, ma contemporaneamente è necessario andare alla radice del problema ed eliminare le cause in modo che anche senza farmaco il problema non si presenti più.

La seconda strada è quella di eliminare le abitudini errate che causano l’abbassamento della serotonina e stimolare la produzione della serotonina con appositi metodi.
Ti faccio un esempio di tutte e due queste cose. E’ noto che il caffè è un vero e proprio soppressore della serotonina: la sensazione di benessere che da una tazzina di caffè è solo temporanea, infatti nel lungo termine la caffeina riduce la capacità dell’organismo di produrre serotonina.

Bibliografia dello studio scientifico di riferimento:
Effect of caffeine on the levels of brain serotonin and catecholamine in the genetically obese mice.
Chen MD1, Lin WH, Song YM, Lin PY, Ho LT., Zhonghua Yi Xue Za Zhi (Taipei). 1994 May;53(5):257-61.

Quindi ridurre o, ancora meglio, eliminare i caffè e gli energy drink a base di caffeina è utile per ripristinare corretti livelli di serotonina.
Per produrre la serotonina, il corpo ha bisogno di un amminoacido essenziale che si chiama triptofano. Mangiare più alimenti che contengono triptofano aiuta ad aumentare la serotonina perché fornisce al corpo i “mattoni” necessari a fabbricare la serotonina. Ci sono integratori che stimolano la serotonina. Ci sono esercizi che stimolano la serotonina.

Tutti i passi necessari per aumentare la serotonina sono inclusi nel programma Durare di Più, in modo che seguendo il programma automaticamente ti ritroverai ad eliminare gli errori che abbassano la serotonina e ad utilizzare tutti gli stratagemmi che la aumentano in modo naturale senza dover utilizzare farmaci. Questa è un’importante parte del programma che ne determina il successo.

Chiedilo all'esperto...