Il mio problema di eiaculazione precoce dipende solo dalla sensibilità del pene


"Ciao, volevo sapere se esiste una soluzione al problema come il mio che dipende unicamente dalla sensibilità del pene. Sono sicuro che è così perchè quando sto con la mia ragazza appena mi sfiora il pene sento un brivido dappertutto e non riesco a controllarmi. Non c'è un trucco per ridurre la sensibilità?"
  - Antonio, 20 anni.

Quando farsi autodiagnosi è come fare un autogoal!

Tommy

Ciao Antonio,
nel tuo ragionamento si nascondono due pericolosi trannelli, molto comuni, che ti stanno impedendo di trovare una soluzione.

Autodiagnosi significa che tu credi di sapere quali sono le cause del problema. Anzi, ne sei convinto perchè ti sembrano tanto evidenti! Purtroppo quando sei molto coinvolto in un problema, che magari ti fa stare male, non riesci ad essere oggettivo riguardo alla situazione che stai vivendo per cui potresti fare una valutazione sbagliata. Hai presente quando vedi un tuo amico che si fa un sacco di... scusa il termine... seghe mentali su un qualche problema e tu che lo vedi dall'esterno, e quindi sei distaccato e non coinvolto nel problema, vorresti dirgli quanto si sta sbagliando!
C'è anche un altro motivo per cui l'autodiagnosi non funziona: non hai l'esperienza di uno specialista per capire tutti gli aspetti del problema.
Per esempio, tu dici che il tuo problema è escusivamente di sensibilità del pene. Ma secondo me è probabile che ci sia altro. Non sto dicendo che la sensibilità al pene non centra, ma quella è solo una componente del problema. Pensa a tutti quei ragazzi che sono addirittura arrivati a fare l'intervento di circoncisione per desensibilizzarsi e alla fine hanno lo stessa difficoltà a controllare l'eiaculazione.

Noi siamo esseri complessi con mille sfaccettature, non siamo come una macchina che se ha una parte guasta gli mettiamo il pezzo di ricambio e tutto torna a funzionare. Ad esempio, prova a pensare alla ragazza più brutta che hai mai visto, immaginala anche che puzza :-) poi immagna che lei ti sfiora il pene. Pensi che avresti un fremito di piacere? Secondo me ti farebbe addirittura perdere l'erezione ammesso che tu ne abbia avuta una! Questo perchè la stimolazione fisica è solo una delle tante componenti che aumentano l'eccitazione. E qui passiamo al secondo errore

Quasi tutti i ragazzi che mi contattano vogliono scoprire LA causa del loro problema di eiaculazione precoce, pensando che ce ne sia una sola. E' una domanda normale perchè ormai siamo abituati a ragionare in questo modo su tanti aspetti pratici della nostra vita. Ad esempio, una mattina la macchina non parte e vogliamo trovare qualìè il guasto. Di solito nella macchina si guasta una sola cosa alla volta: ci molla la batteria, oppure il filtro è sporco e non passa il gasolio. Quindi, capito qual'è la causa della macchina che non parte, si cambia il pezzo guasto e la macchina riparte.
Il problema è che noi siamo esseri umani, non macchine! Quasi mai c'è solo una causa del problema: i problemi di controllo hanno sempre più cause concomitanti, cioè che si sommano contemporaneamente.

Un esempio è quello di cui stavamo parlando prima. Se pensi di essere con la donna più orrenda che ti riesci ad immaginare e lei ti tocca il pene, di certo non perdi il controllo! Perchè la stimolazione fisica del pene è solo una delle tante componenti che aumentano l'eccitazione. C'è anche la stimolazione visiva: se hai davanti a te una ragazza super sexy e bellissima, è molto probabile che perderai il controllo più facilmente. Anche il suo profumo agisce in modo molto diretto sui centri dell'eccitazione, per non parlare di ciò che senti, quello che ti dice, i suoi gemiti di piacere.
Non devi dedensibilizzare solo il pene: devi più in generale imparare a controllare tutti gli stimoli eccitanti, che sono quelli che ti ho appena elencato.

Sono anche certo che quello della sensiblità non è l'unico problema: quasi certamente quando sei con lei ti sentirai un po' in ansia. Ti sentirai in ansia perchè sei preoccupato che di nuovo perderai il controllo e verrai troppo presto. E a sua volta quest'ansia non fa che peggiorare il problema. Come vedi di cause ce ne sono decisamente più di una, tutte presenti.

E per ottenere risultati concreti e definitivi occorre lavorare su tutti questi aspetti.
Ecco perchè un metodo che funziona davvero deve NECESSARIAMENTE toccare tutte le componenti del problema: quella più mentale, quella più fisico, quella del controllo...... Deve vedere la tua persona nel suo insieme e non per comparti stagni, come purtroppo ci hanno abituato i medici (gli stessi medici che sanno solo prescrivere una pillolina).

Quindi la risposta alla tua domanda è: no, non esiste un'unica tecnica per desensibilizzare il pene. Non esiste perchè non servirebbe. E la prova sta in tutti quei ragazzi che hanno addirittura fatto l'intervento di circoncisione per desensibilizzarsi e hanno lo stesso problema di prima.
L'unica possibile soluzione è imparare l'abilità di controllare l'eiaculazione, cioè quell'abilità in cui non solo le stimolazioni al pene, ma tutte le altre sitmolazioni erotiche (la sua bellezza, i suoi gemiti, il suo profumo, la situazione...) non ti causano più lo stimolo di eiaculare.
Il successo di un rimedio definitivo sta proprio nel migliorare tutti gli aspetti della sessualità e non solo concentrarsi su uno.

Per saperne di più puoi anche scaricare qui sotto il corso introduttivo gratuito.

Chiedilo all'esperto...